eventi, musica

Una Twin Peaks…da ascoltare!

Twin-peaks

 

Twin Peaks sta arrivando a Piano City Milano.
Finora l’hai vista, ora ascoltala

In occasione di Piano City Milano, negli spazi dell’ex area Ansaldo, sarà ospitata una due giorni di concerti basati sulla colonna sonora di Twin Peaks, ideata dal maestro Angelo Badalamenti ed eseguita da Nina Esiava. E non solo. Sarà proiettata la maratona della prima stagione della madre di tutte le serie TV, che andrà avanti tutta la notte dalle 19 alle 4.30, in attesa della premiere su Sky venerdì 26 maggio.

L’aroma del caffè nell’aria. La colonna sonora firmata dal Maestro Badalamenti che è entrata nella memoria collettiva. Una domanda ripetuta di bocca in bocca nel corso di tutti gli anni Novanta: chi ha ucciso Laura Palmer?

Cartello.jpg

Twin Peaks non è stata solo una serie TV, ma un autentico fenomeno cult che ha segnato un’epoca. Per celebrare l’arrivo dell’attesissima terza stagione, Sky ha organizzato un evento imperdibile. Il contesto è quello di BASE Milano, nuovo progetto per la cultura che ha visto rinascere e restituire alla città gli storici spazi industriali dell’ex Ansaldo. L’occasione è Piano City Milano: nel corso di un weekend di concerti e musica, la pianista Nina Esiava eseguirà dal vivo la colonna sonora di Twin Peaks, facendo rivivere una delle icone più rappresentative della serie.

Ma non solo.

Chi verrà potrà partecipare a un’esperienza di autentica immersione sensoriale nell’atmosfera della serie, tra suggestioni sonore e olfattive. {10 persone alla volta, 15 minuti nella penombra guidati solo dalla voce dell’agente Dale Cooper}.

L’Experience culminerà nella sala allestita da Loggia Nera, nella quale sarà disposto un open piano: un pianista darà il via al concerto, invitando poi i presenti a prendere il suo posto. Un momento unico per i fan della serie e non, oltre che una fantastica picture opportunity.

L’evocazione della serie proseguirà attraverso i sapori da sempre associati al Double R, il celebre diner di Twin Peaks: al Bar Bistrò sarà possibile degustare lo Special Menu a base di caffè americano e torta di ciliegie, serviti gratuitamente a partire dalle 22:00. Alle 19:00 inizierà la maratona notturna della prima stagione della madre di tutte le serie: quale modo migliore per ricordare il passato in vista della nuova stagione, in arrivo su Sky Atlantic dal 26 maggio?

Volete immergervi nell’universo nato dal genio di David Lynch?

Non vi resta che venire a BASE Milano sabato 20 maggio a partire dalle 17:00: i segreti di Twin Peaks aspettano solo di essere rivelati!!

Programma

corsa, eventi, running

Un anno fa, la mia prima Maratona!

Decidere di correre una maratona, per me, è stata una scelta pensata e voluta. E ho deciso che questa avventura sarebbe stata il mio regalo di compleanno, per i miei 40 anni. Le mie amiche mi hanno presa in giro e dato della matta; oggi posso dire che mi sono fatta il regalo più bello!

Ho scelto Firenze perché è una città che ho nel cuore e perché, a detta di tutti, è una delle maratone più belle.

Firenze ti prende per mano dal primo km fino al traguardo. E quello che ti lascia dentro è immenso e devastante. [Cit. Giorgia!]

Domenica mattina, dopo una notte insonne dalle 3.32, mi sento abbastanza tesa: ho persino lo stomaco chiuso e non riesco a fare una bella colazione come vorrei.

Comincio a stemperare un po’ la tensione mentre percorro i km per raggiungere il deposito borse: si respira già un’atmosfera magica… il lungarno, il Ponte Vecchio, l’Arno in cui si riflettono i colori del cielo semicoperto da nuvole, da cui fa capolino un timido raggio di sole.

Sole che finalmente inizia a splendere pochi secondi prima del via, suscitando un’ovazione e un applauso tra i runners già disposti in griglia. Una carica pazzesca!

Ovviamente, io sono nell’ultima, quella fucsia e siamo tantissimi: 10.000 iscritti, 8.179 atleti in gara, di cui circa 2.000 donne. Mi chiedo come farò a districarmi e uscire da quel gruppone che mi precede.

Infatti, per i primi tre km sono rimasta in un ingorgo, correndo ad un ritmo molto basso rispetto a quello che mi ero prefissata. Era impossibile aumentare il passo. Panico. Ma sto calma, penso che avrò tempo per recuperare, ho tanti km davanti a me.

Riesco a farlo verso il 7° e a prendere finalmente il ritmo, quando siamo in zona parco delle cascine, dove la strada è ampia e si riesce a correre bene.

Mi affiancano due runners della Società Barletta Sportiva (Michele e Damiano che ringrazio infinitamente!) che da quel momento diventano i miei compagni di passo, alternandoci per il ritmo e per recuperare terreno. Nel frattempo, incrocio due RD, Walter e Luca, li saluto e mi presento. Mi sento a casa!

Intanto comincio a prendere confidenza con questa corsa: i ristori, gli spugnaggi, le emozioni da contenere ad ogni cosa che ti capita.

Il tifo è forte e bellissimo: la gente ai bordi delle strade, i volontari presenti ovunque, le band musicali. Per non parlare dei Runner “atipici”: quello vestito da Geronimo che mi urla “Vai Ramona, vai all’attacco e sbranati Firenze”. Quello che corre con la parrucca bionda e uno vestito da dama.

Arrivo al trentesimo e sto bene. Purtroppo ho perso gli amici di Barletta, restando “sola” per tutto il resto del percorso. Però ho recuperato i palloncini delle 4:00 ore e per qualche metro resto con loro, perché il clima è bellissimo: urlano frasi di incoraggiamento e chi li segue risponde urlando. Io sto in silenzio, ascolto, guardo, catturo questi istanti e “tengo il fiato” come mi aveva consigliato il mio amico Max.

Arrivo al 36° e la fatica comincia a farsi sentire. Al 38° sono abbastanza in crisi: non guardo più il Garmin perché i minuti scorrono e io mi sento ferma. Sono in un limbo di sofferenza e fatica, ho una tremenda paura di non farcela.

Arrivo al 40° e c’è un ristoro. Ho pensato di non fermarmi perché temevo di non ripartire più. Ma purtroppo avevo sete: un volontario gentilissimo mi incita, mi passa prima un po’ di acqua e poi dei sali. E mi spinge con la mano, perché “non ti puoi fermare adesso”. Faccio dieci passi e riparto.

Ma il cervello è spento, non sento più i piedi, il cuore batte e il traguardo è lì.

Mi guardo attorno e vedo che siamo tutti nella stessa situazione.

Una delle cose più difficili, è stato vedere tanti runners stare male: chi bloccato dai crampi, chi da problemi di stomaco. Bruttissimo sentire uomini urlare che non ce la fanno più. Che non riescono ad andare avanti. E vorresti fare qualcosa, ma l’unica cosa che puoi fare e che ho la forza di fare è sfiorarli con una mano e regalare un sorriso.

Gli ultimi duecento mt li ho fatti piangendo. Ho guardato il cielo e ho mandato un bacio al mio papà.

Ce l’ho fatta. Non so ancora come, ma ce l’ho fatta.

Tremo, piango, sorrido, ringrazio il volontario che mi mette quella meravigliosa MEDAGLIA al collo e mi dice “sei stata brava”.

Eh sì, forse un pochino lo sono. Ho realizzato un sogno. Correre una maratona.

Un viaggio immenso, dentro sè stessi, bellissimo e devastante.

Oggi ripenso a ieri, rivivo istanti di quei 42km e mi commuovo, perché lo sento che nulla sarà più come prima. E sono ancora drogata di endorfine!

Ringraziamenti

Desidero ringraziare tutti gli amici che in questi mesi mi hanno seguita, mi hanno accompagnata tra tapasciate e competitive, mi hanno regalato i loro consigli e trucchi da maratoneti esperti. Vi ho pensato, e mentre lo facevo vi ringraziavo. Perché se ieri ho conquistato Firenze, lo devo anche a voi.

Grazie al “Runner Anonimi” che al traguardo mi ha chiesto se ero di Monza perché mi aveva vista allenarmi al parco, che si è commosso con me. Momento indimenticabile.

Dedico questa medaglia a mio marito Luca, per esserci sempre. E ai miei figli, Riccardo e Ludovica, perché possano coltivare le loro passioni, avere dei sogni e sapere che, sì, i sogni possono diventare realtà!

decor, eventi, halloween, handmade, home, idee

10 idee per creare l’atmosfera “scary” di Halloween!

Siete pronti per festeggiare Halloween?

Ecco alcune idee per decorare la casa ed entrare nel perfetto mood richiesto. Date libero sfogo alla vostra creatività e manualità!

Continua a leggere “10 idee per creare l’atmosfera “scary” di Halloween!”

eventi, famiglia

Un Settembre ricco di eventi a Monza…

In occasione del prossimo Gran Premio di Formula1, in programma questo weekend, Monza si arricchisce di eventi che desidero segnalarvi, appuntamenti per grandi e piccoli assolutamente da non perdere.

VILLA REALE

Dopo il lungo restauro che ha ridato splendore a questo gioiello artistico brianzolo, sarà possibile visitare le aree restaurate con visite guidate gratuite, dall’8 fino al 18 settembre. Le visite saranno previste nei seguenti orari: 

lunedì-sabato 10-21 (ultimo ingresso alle 20)

domenica 10-19 (ultimo ingresso alle 18).

Vi consiglio di visitare il sito per trovare tutti i dettagli.

Villa Reale di Monza
Villa Reale di Monza

PIAZZA TRENTO E TRIESTE

Da domani, nella famosa piazza centrale monzese verranno allestite aree giardino con alberi, fiori e altalene. Proprio qui alle ore 17 verrà inaugurata la terza edizione di MonzaGP dal titolo “Energie in movimento”.

Piazza Trento e Trieste
Piazza Trento e Trieste

Ci saranno anche tantissimi laboratori e intrattenimenti per bambini, oltre al palco con maxischermo dal quale si potrà assistere anche alle prove e alle gare di Formula 1, alle presentazioni e agli spettacoli, tra cui il recital di e con Flavio Oreglio, a sostegno del progetto di solidarietà per la ricerca contro la SLA, in programma alle 21.30 di venerdì 5 settembre.

Nello spazio gestito dalla Scuderia Ferrari Club Village, i più piccoli potranno partecipare anche a mini corsi di educazione stradale, mentre per noi grandi saranno organizzate attività di guida su simulatori della Ferrari Virtual Academy.

Nella serata di sabato dalle 18.30 alle 24 ci sarà spazio all’intrattenimento e all’animazione con tanti spettacoli.

Non potrà mancare un’area dedicata al ristoro e all’enogastronomia con “Le cucine Villa Reale, lo Street Food con una marcia in più” dove sarà possibile assaggiare prelibati piatti in movimento. In Piazza Carrobiolo saranno presenti diverse realtà del territorio, tra cui il Birrificio Carrobiolo e il nuovo Panzerotto di San Giovanni, realizzato con i prodotti più rappresentativi del territorio brianteo.

Anche lo sport sarà protagonista di molti allestimenti: in piazza Trento e Trieste ci sarà spazio per uno Sprint Test (forza Runner!!) e per il Salto con l’asta mentre il vero quartier generale dello Sport sarà Piazza Cambiaghi dove ci saranno diverse associazioni sportive del territorio.

In piazza Duomo sarà possibile ammirare l‘esposizione di vetture Ferrari mentre piazza Roma e l’Arengario ospiteranno il truck di ANCIperEXPO per promuovere i contenuti dell’esposizione universale e di Padiglione Italia.

Infine, sempre in Arengario vi segnalo che è in corso la mostra “The Gathering Storm dai Pink Floyd ai Muse. Le grandi copertine rock di Storm Thorgerson”, prolungata fino al 7 settembre.

Se invece siete interessati al GP, questo è il sito ufficiale dell’Autodromo.

LIBROGIOCANDO

L’atelier di LibroGiocando vi aspetta dal pomeriggio di venerdì 5 alla mattina di domenica 7 settembre in PIAZZA CARROBIOLO con numerose attività gratuite rivolte ai bambini e alle famiglie, fra le quali:

• TRACCE A 4 RUOTE: attività di manipolazione e travasi per bambini a partire dai 12 mesi.

• MONZA DA IMMAGINARE…VERSIONE TURBO: …e se Monza non fosse una città, ma un bolide superveloce? Prova ad immaginare la tua personale “Monza Turbo” e creala attraverso il disegno libero e un collage di immagini fotografiche della città. Per bambini dai 5 ai 99 anni.

• CIRCUITI IN TRASFORMAZIONE: su una speciale tavola, disegniamo insieme i nostri circuiti con curve a gomito, paraboliche, rettilinei, guard rail, e tutto quello che ci viene in mente per gare degne digrandi piloti! Per bambini a partire dai 4 anni.

• MONZA RACCONTA: spazio dedicato alla narrazione nelle mattine di sabato 6 e domenica 7, ore 11.00 – 11.30.

Non mi resta che augurarvi un buon weekend monzese!