estate, eventi, fitnesszone, summer

In forma con il Green Fitness Camp

Ieri sera ho partecipato ad una lezione di fitness al tramonto, nel verde della bellissima location del Rossini Art Site di Briosco (MB).

20170615_200013

L’istruttore Mattia di Wellness and Health ci ha fatto posizionare nel parco e abbiamo iniziato un workout di esercizi di stretching, tonificazione e cardio fitness.

Dopo il workout, Luisa (Event Manager di Rossini) ci ha preparato un fresco aperitivo, sano e gustoso: un momento rigenerante e di relax in cui ho potuto godere a pieno del suggestivo tramonto sul parco.

Un luogo unico e raro in Brianza. La bellezza di arte, natura ed architettura che si incontrano e riempiono l’animo. Mi sono rigenerata e ricaricata. E ho pensato a quanti bellissimi eventi si potrebbero organizzare qui…

Questo slideshow richiede JavaScript.

Se volete partecipare e unirvi a me, vi aspettiamo tutti i giovedì dal 15 Giugno al 27 Luglio, dalle ore 20.00 alle ore 21:00.
locandina_fitness_campPer info, qui:
📩info@rossiniartsite.com
📩info@wellnessandhealth.it

Inoltre vi invito a non perdere i prossimi appuntamenti al Parco, tra cui quello in programma questo week end: la seconda edizione del festival dedicato alla natura THINK GREEN – erbe e arte al Rossini Art Site, con la possibilità di partecipare a laboratori di giardinaggio per grandi e piccini, passeggiate botaniche, attività ludiche per bambini con letture e laboratori a tema ambientale, visite guidate alla scoperta della natura viva e della Green Architecture, attività di ricerca delle erbe spontanee e show cooking focalizzati al loro utilizzo in cucina, seguiti da vere e proprie degustazioni “selvatiche”.

Per il programma completo, qui.

Non mancate!

estate, eventi, famiglia, idee

Scopri le meraviglie del Lambro!

 lucciole_LAMBRO
Oggi vi segnalo alcuni EVENTI in programma, questo mese, nel Parco della Valle del Lambro.

Ogni anno, il Parco organizza una serie di iniziative aperte al pubblico con il fine di promuovere la conoscenza del territorio e del suo patrimonio naturale, artistico, culturale in un’area ricca e diversificata.  

Gli eventi comprendono camminate, biciclettate, escursioni diurne e notturne, mostre temporanee, letture animate per bambini e tante altre iniziative.  

– Venerdì 26, ore 21.00 – Triuggio: SERATA CON LE LUCCIOLE    

– Venerdì 26, Oasi di Baggero: I VENERDI’ DELL’OASI    

– Sabato 27, Oasi di Baggero: ALLA SCOPERTA DELL’OASI    

– Sabato 27, ore 15.30 Porta di Villasanta, Parco di Monza: IL PARCO DI OZ    

– Sabato 27 ore 21.00 – Triuggio: SERATA CON LE LUCCIOLE    

– Domenica 28, ore 9.00 – Alserio: IL LAGO DI ALSERIO E IL BOSCO DELLA BUERGA CON PIC-NIC A CASIN DEL LAGO    

– Domenica 28, Oasi di Baggero: MUOVERSI PER NATURA    

– Domenica 28, Lago di Alserio: DOMENICA SUL LAGO

Scarica il programma completo!

[Si ringrazia il Comune di Veduggio per le informazioni].
estate

Un bracciale #amyko!

My AMYKO
In questi giorni sto testando un nuovo prototipo di braccialetto che può raccogliere tutte le informazioni riguardanti la nostra salute e quella delle persone a noi care.
Appena l’ho ricevuto, l’ho indossato e personalizzato: è realizzato in silicone chirurgico certificato, anallergico ed è composto da moduli neri e colorati: eliminando o aggiungendo parti al cinturino si può creare la misura che meglio si adatta al proprio polso. Inoltre, è totalmente water resistent fino a 10 metri di profondità.
amyko_familyCome funziona?
Per prima cosa, sarebbe meglio possedere uno smartphone con dispositivo NFC,[VEDI LISTA]  attivare questa funzione sul proprio dispositivo e avvicinare il bracciale al proprio dispositivo. Il telefono si collegherà ad una pagina web da cui è possibile scaricare l’applicazione AMYKO che, una volta installata, permette di seguire la procedura di creazione account.
Tramite il tuo profilo, potrai così caricare tutte le info sanitarie che ti riguardano, oltre a quelle delle persone che utilizzeranno il bracciale.
Puoi scegliere quali dati rendere privati e con chi condividerli: ad esempio, abilitando il numero di telefono della maestra o della baby sitter all’interno del tuo account, tali persone potranno visualizzare in chiaro tutte le informazioni memorizzate come private.
[Se possiedi un dispositivo sprovvisto di lettore NFC, puoi ugualmente avere Amyko! Sul retro di ogni braccialetto è inciso un codice a barre identificativo e un numero di emergenza. Chiamando tale numero e digitando il codice che trovi sul braccialetto, verrà effettuata una deviazione di chiamata al numero del parente che hai indicato in fase di registrazione. In questo modo, il soccorritore può mettersi in contatto diretto con il parente. ].
AMYKO_RUN

Con AMYKO puoi attivare due funzioni:

  • il MEDICAL REMINDER che ti aiuta a ricordare la somministrazione di un farmaco o un controllo medico; contemporaneamente invia una notifica ad un parente;
  • il SELF HELP: nel caso in cui non vi siano soccorritori nelle vicinanze, puoi avvicinare il tuo smartphone al tuo braccialetto: un familiare verrà avvistato dell’emergenza via sms e gli verrà inviata la tua posizione.
Ho scelto di provare Amyko in occasione della prima gita (non accompagnato) di mio figlio Riccardo: una mattinata in piscina al Summer Camp. Certo, non ci volevo pensare, ma se fosse accaduto qualcosa, questo bracciale avrebbe permesso immediatamente di avvisarmi e avere informazioni su di lui.
La prossima persona a cui lo presterò sarà mia mamma: quando andremo in vacanza ad agosto e non saremo vicini a lei. In questo modo, qualora ci fosse un’emergenza, spero possa esserle utile.
In ogni caso, all’interno della confezione c’è una card da tenere nel portafoglio, per guidare i soccorritori.
Personalmente, credo che l’idea e il prodotto rispondano a un’esigenza reale, in quanto può essere utile soprattutto a chi ha patologie croniche e segue terapie farmacologiche. L’importante sarà promuoverlo bene sia ai pazienti che al personale medico/di soccorso, in modo che il bracciale venga riconosciuto all’istante e sia davvero un salvavita!
Vuoi provarlo anche tu?
Il tuo bambino è a scuola o in gita? Viaggi spesso per lavoro? Sei uno sportivo? Hai un genitore o parente anziano con una particolare patologia?
Forse potresti avere un’emergenza…
Se ti ritrovi in queste descrizioni, puoi diventare anche tu un Early Adopter. Scopri come!

 

Questo post nasce da una vera conversazione e collaborazione con Amyko su own your conversation
estate

Alla scoperta della verde Brianza…

Ciao People,

spero abbiate trascorso delle piacevoli vacanze estive.

Io sono già tornata a pieno regime lavorativo, ma cerco di mantenere lo “stato zen” acquisito durante questo mese di agosto.

Non so voi, ma nonostante il fatto di essere appena tornata, ho già voglia di ripartire e sto cercando qualcosa da fare di interessante durante i weekend.

Quando mi sono trasferita nella verde Brianza, oltre ad aver sentito immediatamente la mancanza del mio lago e delle mie montagne, ho sentito la necessità di “scoprire” meglio questo territorio, così ricco di luoghi storici, antiche ville e dimore, e tantissimi percorsi culturali, immersi in una natura folta e rigogliosa.

Già nel paesino in cui vivo, ci sono diversi sentieri che attraversano prati e boschi, e che ho provato anche a percorrere di corsa.

valletta_oriano

Oggi ho finalmente scoperto il “Percorso del Cavallo Rosso” che parte da Renate e arriva fino a Nova Milanese. Questo percorso prende il nome da un romanzo, scritto da Eugenio Corti, e il progetto ha la finalità di promuovere la figura e l’opera dello scrittore. L’intento è quello di riscoprire la bellezza della terra brianzola e, soprattutto, di avere gli strumenti per “viverla” e sperimentarla.

cavallo rosso

Qui potete scaricare la Guida e scoprire nel dettaglio le varie tappe.

Tra l’altro, il progetto prevede anche un’attività di servizi educativi per le scuole secondarie di primo e di secondo grado, offrendo la disponibilità di operatori per effettuare visite guidate al Percorso del Cavallo rosso.

Se siete interessati a questo progetto, vi consiglio di visitare anche il sito [La Brianza del Cavallo Rosso] in cui potrete trovare altre info e i famosi Quaderni, differenziati per target, per offrire ad ognuno i materiali più adeguati per “vivere” e fruire questi luoghi. I Quaderni forniscono informazioni e strumenti utili, testi di approfondimento, anche suggerendo vere e proprie “attività” da svolgere per dedicare del tempo a questa esperienza culturale.

Ovviamente, se avete dei luoghi o degli itinerari da segnalare, scrivetemi! 

estate, summer

Ma cos’è questo Lumea?

Packaging Lumea Comfort by Philips
Packaging Lumea Comfort by Philips

“Mamma, ma cos’è quel coso?” – mi ha chiesto Luvi quando ha visto la scatola del mio Philips Lumea Comfort.

Mamma cos'è quel coso?
Mamma cos’è quel coso?

E come glielo spiego, che già non mi perde d’occhio e mi osserva estasiata quando uso il mio antiquato Silk Epil…

Ebbene, l’ho testato. O meglio lo sto testando perché il “coso” richiede un trattamento prolungato prima di vederne davvero i benefici. Utilizza la tecnologia IPL (a luce pulsata) che applica impulsi di luce alla radice dei peli. La luce viene assorbita dalla melanina nel pelo, raggiungendo la radice. In questo processo, il pelo cade in maniera naturale, dopo aver fatto alcuni trattamenti quindicinali (almeno quattro), si dovrebbe cominciare ad osservare una notevole riduzione della ricrescita. Al momento, ho fatto solo due trattamenti, però posso dire che nella zona bikini e ascelle mi sembra che i peli siano già più deboli rispetto al pre-trattamento.

Lumea Comfort è molto pratico, ergonomico, leggero e poco ingombrante.

Lei insiste… E torna all’attacco, ripetendo per n volte “Me lo fai provare, mamma?”

Mamma me lo fai provare?
Mamma me lo fai provare?

Una volta acceso, parte la ventola e si accende il led che indica le 5 impostazioni di energia luminosa regolabili in base alla tipologia di pelle e colore dei peli. Durante il Mammacheblog, mi sono fatta suggerire quella più adatta a me dai consulenti Philips che erano presenti nello spazio a loro dedicato. Ma all’interno delle istruzioni, c’è una griglia con le diverse colorazioni per trovare quella corretta.

Lumea può essere utilizzato su tutte le parti del corpo: viso, ascelle, braccia, pancia, zona bikini e, ovviamente, gambe. Io ho iniziato proprio dalle ascelle: quando si schiaccia il tasto, parte un flash e si sente il calore proprio nella zona interessata. Nessun dolore! Inoltre, con il sistema “Slide & Flash”  posso continuare a “flashare” mentre faccio scorrere il dispositivo sulla pelle. E questo è molto utile e veloce per le parti del corpo più ampie.

Quindi, a tutte le mie amiche che mi hanno chiesto “mi fai sapere se funziona”, posso dire che secondo me Lumea è il nuovo “alleato delle donne”. Insomma, provare per credere!

Prova superata!
Prova superata!

Come sempre, ringrazio FattoreMamma per avermi dato questa occasione di testare Lumea, che da tempo mi incuriosiva ed era già nella mia “wish list”.

 {post sponsorizzato}