amore, poesie

Il tuo cuore lo porto con me…


Per te (E. E. Cummings)
Il tuo cuore lo porto con me
Lo porto nel mio
Non me ne divido mai.
Dove vado io, vieni anche tu, mia amata;
qualsiasi cosa sia fatta da me,
la fai anche tu, mia cara.
Non temo il fato
perchè il mio fato sei tu, mia dolce.
Non voglio il mondo, perchè il mio,
il più bello, il più vero sei tu.
Questo è il nostro segreto profondo
radice di tutte le radici
germoglio di tutti i germogli
e cielo dei cieli
di un albero chiamato vita,
che cresce più alto
di quanto l’anima spera,
e la mente nasconde.,
Questa è la meraviglia che le stelle separa.
Il tuo cuore lo porto con me,
lo porto nel mio.

amicizia, amore, favola d'amore, Wedding

*C’era una volta…*

Come promesso, oggi voglio inaugurare la nuova sessione dedicata ai Vostri Matrimoni.
Quella che sto per presentarvi è la Favola d’Amore di Giovanna, una bellissima Amica Mamma blogger.
Questo è il suo racconto, che parla di un Amore immenso, puro, ma anche di una grande Amicizia, quella con Lara, la sua Testimone..

 

La favola d’amore di Giovanna, Marco & Ludovica & …
*4 Maggio 2012*

 

Il matrimonio?
E’ sempre stato nei nostri pensieri. Da subito, dal primo vero bacio, dalla prima notte passata assieme. Sapevamo ciò che volevamo.
Ormai non più bambini ma maturi trentenni, con alle spalle già una separazione che ci aveva segnato, ma non inaridito il cuore.
‘Quando ci sposeremo la nostra Bambina ci porterà le fedi’. Così mi diceva Marco dopo un mese di convivenza, iniziata dopo solo sei mesi che ci conoscevamo.

E così è stato.
La nostra Ludovica, la nostra Principessa indipendente, come nei nostri sogni, c’era quel giorno
bellissimo di maggio.

Non un matrimonio sfarzoso, niente abito bianco come tradizione vuole, nè tanti invitati.
Una festa semplice, ma per questo non meno sentita nel nostro cuore perchè era ciò che entrambi volevamo.
Sigillare il nostro amore che lega noi due e che ci lega ai nostri figli.
I preparativi sembravano pochi e semplici :O) e me la sono presa molto comoda.

Per poi scoprire che non finivo più di organizzare ahahahah

Arriva gennaio, e per festeggiare il compleanno di Marco andiamo a mangiare in un ristorante che ci ha accompagnato in tanti momenti speciali. Quella sera decidiamo che è quello il posto dove vogliamo festeggiare il Nostro Giorno Speciale.
E’ bellissimo, intimo, coccolo, curato nei minimi dettagli.
Non da poco, il cibo sempre squisito.

L’altro passo è stato a febbraio, la ricerca del mio abito.

Ci siamo prese un giorno intero io e la mia testimone, la mia amica adorata, mia sorella mancata.
Lei che sa tutto di me, lei che ha sempre la parola giusta, al momento giusto, lei che mi è entrata nel cuore come nessun’altra mai. Chi altri avrebbe potuto sugellare in quel giorno il mio amore se non Lara?!

Ops… ritorniamo al vestito :O) L’indecisione ad ogni prova era forte, troppo lungo, troppo corto, troppi pizzi, troppo stretto, troppo elaborato.. ‘provo anche quello’ dico alla commessa. O_o
Celeste cangiante. Un colore che non mi piace, ma non so perché mi attirava su quel manichino. Quando sono uscita Lara ha esclamato: ‘questo vestito porta il nome Giovanna!!’
Ahahahah era lui. Senza un perché, ERA LUI.
Proprio come succede per i vestiti da sposa.

Poi altro dilemma: le scarpe….che colore?? uuuuuu questa scelta è stata difficilissima, ma poi sono arrivate anche loro, fatte su misura, bianche con i fiori e sfumature sul blu celeste… bellissime…

I fiori già sapevo cosa scegliere, qualcosa di tenero…come una soffice nuvola: le ortensie.

Il bouquet l’ho voluto, bianco candido…solo quello…

 

Arriva il fatidico giorno.
Io e Marco avevamo deciso di dormire assieme, e che assieme saremmo andati in comune. Ci separiamo giusto il tempo per andare dalla parrucchiera. Ah è una giornata magnifica, sole e una temperatura tiepidissima.
Arriva la mia testimone, vogliamo passare un po’ di tempo insieme, colazione e poi via per trucco e parrucco.
A casa poi per vestire i nostri pargoli e infine noi.
Io sono già pronta, Marco è chiuso in camera che aspetta il suo testimone per mettere i gemelli alla camicia. E’ più agitato di me ahahahah
Quando è pronto, lui esce dalla camera, io esco dalla cucina e ci incontriamo e ci baciamo.
Come siamo belliiiiiiii
Prendiamo la nostra Principessa anche lei stupenda con quel vestitino bianco e il coprispalla dello stesso colore del mio vestito e della cravatta del papà… e ci avviamo in comune, assieme ai testimoni e ai genitori.

La cerimonia che tiene il sindaco è bellissima.

Ha delle parole speciali per tutti, anche per il nostro secondo gioiello già in viaggio nella mia pancia.
All’uscita ci aspettano con petali di rosa, coriandoli e per un brindisi speciale.
Poi via al ristorante, dove passeremo delle ore magnifiche in compagnia dei nostri amici e parenti. Con giochi e tante risate ma anche tanta commozione…

Insomma è stata una giorna magnifica. Tutto è andato alla perfezione, uno dei giorni più belli della mia vita, passato assieme a tutti quelli a cui voglio più bene.
Mancava una persona importantissima, ma c’era nei nostri cuori e questo è l’importante.

Un momento che ricorderò sempre, e che non capita a tutte le spose, è la serenata fatta da Marco!
Il sabato prima del matrimonio, Marco aveva organizzato una cena con gli amici per festeggiare l’addio al celibato. Io ero rimasta a casa con Ludovica. Beh.. è venuto a farmi la SERENATA!!!
Lui e i suoi amici si sono presentati sotto la finestra con altoparlante e microfono e mi ha cantato “ROSE ROSSE PER TE” del mitico Massimo Ranieri!

E poi mi ha pure cantato la nostra canzone che è “Everything” di Michael Bublé e che è, senza dubbio, la colonna sonora del nostro Wedding e della nostra Favola!

Questo racconto di Giovanna mi ha emozionata moltissimo, perché sapevo quanto ci tenesse all’organizzazione del suo Wedding, la “corsa” per i preparativi, la ricerca dei particolari per l’abito, la scelta del bouquet. Giovanna ha sempre avuto le idee molto chiare, questa sua determinazione mi è piaciuta moltissimo.

Quel giorno, l’ho pensata tantissimo. Io e le altre amiche del gruppo SSFMVBAM eravamo presenti con il cuore e il pensiero.
Sono tanto felice per Voi, cara Giovanna.
Ti meriti tutta la Gioia e l’Amore che traspare dalle tue parole.
E ora in bocca al lupo per la tua seconda pancina!
amore, Wedding

*Nozze Eco Friendly*

Oggi, vorrei aiutarvi a trasformare il vostro matrimonio in una cerimonia ecologically correct (and budget controlled, too!).
Bastano piccoli accorgimenti e le nozze eco friendly saranno garantite.
Cominciamo dalla Sposa.
L’abito è deciso, ma per completare la tua mise mancano ancora dettagli importanti, che faranno la differenza. Quali? Il velo, ad esempio. Se possibile, indossa quello di tua mamma o di tua nonna: lavandolo a mano, con sapone delicato e qualche goccia di candeggina, o affidandoti a una lavanderia professionale tornerà come nuovo.
Per quanto riguarda i gioielli, rivolgiti alla mamma o alla tua futura suocera: saranno ben felici di prestarti un filo di perle o un classico punto luce.
Le scarpe sono da considerare un investimento. Anziché scegliere un modello ultraclassico, che non indosserai mai più, punta su un sandalo o una decolleté particolare, ma dai toni neutri, che potrai facilmente re-indossare.
Nessun compromesso per l’hair styling (per arrivare tranquille all’altare è fondamentale affidarsi ad un professionista, avendo le idee chiare su un raccolto o un look naturale), ma per quanto riguarda il trucco, puoi scegliere quello fai-da-te oppure farti aiutare da una amica, esperta in materia.
Utilizza toni neutri che valorizzino il tuo viso e soprattutto un bel sorriso, complici anche le diverse prove che potrai fare prima con le amiche!
Per un look super naturale, inserisci un fiore nella tua pettinatura.. basta del semplice “velo da sposa”..

Per le partecipazioni, potresti preparare delle partecipazioni stampate su carta ecologica. Anche per i coni di riso e petali, utilizza carta già stampata e divertiti a creare qualcosa di davvero originale.
Stesso discorso per la lista di nozze: fai una lista che comprenda prodotti per la casa (come elettrodomestici a risparmio energetico) o sotto forma di “fondo”, destinato ad acquistare il viaggio che avete sempre sognato. Oppure scegliete un ecohotel dove troverete natura e comfort a impatto zero. Per una luna di miele very green!
Per il vostro bouquet, se siete dotate di pollice verde e tanta creatività, componetelo da sole con i fiori del vostro terrazzo/giardino.
Bouquet composto da tre ortensie blu, due bianche, legate con rafia naturale
Bouquet composto da 20 ranuncoli bianchi, legati con spago intrecciato
La macchina.
Le soluzioni sono differenti e vanno da quella più romantica, – una classica carrozza -, a quella più estrosa, – un tandem, perché no? – e si concludono con una praticissima macchina elettrica!
Per il ricevimento, ottima la scelta di un agriturismo, che vi garantirà prodotti di stagione e soprattutto a chilometro zero. Richiedi tovagliati in tessuto naturale, come il lino o la canapa e al posto del classico centro tavola, scegli un mini alberello da frutto o una pianta aromatica in vaso.
A me piacciono molto queste idee, come centro tavola, facilissimi da creare, basta recuperare dei vasi da conserva:

  
Mantenendo lo stesso stile, potete creare anche le decorazioni con le lanterne, che trovo molto belle e d’atmosfera. Che ve ne pare?

Tableau. Basta un semplice filo di spago e le classiche mollette di legno. Divertitevi a creare un tableau originale, unico e super green!

Bomboniere. A breve, dedicherò un intero post a questo tema, che mi è molto caro, perché ritengo sia una delle cose più importanti da scegliere. Per qualcosa di ecologico, che lasci un ricordo unico ai vostri invitati vi suggerisco:

Composte di Frutta “Home Made”
Semi di piante aromatiche

Infine il Guest Book per gli invitati. Non dimenticatevi di loro! Rendete protagonisti i vostri invitati e conservate il loro “tocco” artistico:

Ogni ospite lascia la sua impronta sull’albero, accanto al proprio nome. Al termine della cerimonia anche gli sposi lasceranno le loro impronte, alla base del quadro..

Credits: all images from my Pinterest board.
amore

*Sweet, Lovely Breakfast*

PER UN DOLCE RISVEGLIO

Colazione in due la domenica mattina.
Cosa c’è di più bello? E di più romantico se il nostro amore ci porta caffè e brioche a letto!
Per questo serve la tazza giusta. Forma, colore, dimensioni: niente deve essere lasciato al caso, perché anche una semplice tazzina da caffè può trasformarsi in una dichiarazione d’amore.
O in un messaggio subliminale…
CUORE CALDO
Cuori, cuori e ancora cuori. Se siete una di quelle coppie che non si stanca mai di disegnarsi mille cuoricini nel set giusto per la colazione non deve mancare una Heart shape mug cup del designer Wagokoro-Ya. Perfetta per avere un cuore bollente già dal primo mattino.
Costa 22 euro circa su
www.gnr8.biz.
BISCOTTO À PORTER
Come svegliare nel migliore dei modi una fashionista? Semplice: accessoriando la tazza con una borsa porta biscotto. Si chiama Lilli, è prodotta da Koziol ed è disponibile in nove colori all’ultima moda, dal classico nero al trendy blu navy.
Costa 3,95 euro su
www.koziol-shop.de.

COFFEE GEEK
La vostra affinità non è solo fisica ma anche intellettuale? Riuscite a dirvi meravigliose frasi d’amore in meno di 140 caratteri? Perfette per i vostri risvegli sono le Ctrl-Alt-Delete-Cup. Il tasto mela sarebbe stato più appropriato quando si parla d’amore ma anche queste faranno impazzire la vostra dolce metà tecnologica!
Costano 9 euro circa su
www.thinkgeek.com.

E ora, la ricetta per preparare dei deliziosi Donuts romantici:


 Ingredienti per 4 persone:

  • 1 panetto di lievito di birra
  • 30 ml di acqua
  • 175 ml di latte
  • 1 uovo
  • 40 gr di burro
  • 45 gr di zucchero
  • 370 gr di farina
  • sale
  • olio di semi
  • zucchero a velo qb

Procedimento ricetta:

  1. Sciogliere il lievito nell’acqua.
  2. Aggiungere il latte scaldato e l’uovo e mescolare bene.
  3. Unire anche burro, zucchero, farina e sale.
  4. Impastare per circa 10 minuti e lasciare a riposare coperto per 1 ora.
  5. Stendere con il matterello e un po’ di farina.
  6. Tagliare le ciambelle usando due dischi di diverse dimensioni (una ciotolina e un tappo ad esempio)
  7. Friggere in olio di semi e completare con zucchero a velo o glassa colorata.

Bon Appétit!