emozioni, inverno, sogni

Il mio bilancio di fine anno…

January

Come ogni inizio anno, mi ritrovo a chiudere gli occhi, cercando di scorrere le immagini di quello che è stato l’anno appena concluso.

Ho provato a fare una sorta di bilancio, perché ogni anno cerco di stare un po’ meglio del precedente, cerco di migliorarmi, e di migliorare la vita delle persone che amo. Ogni anno un pochino di più, sempre in continua crescita.

Per me il 2014 è stato decisamente impegnativo dal punto di vista lavorativo. Avevo delle situazioni importanti da affrontare, con nuove responsabilità assegnate a cui ho fatto fronte, sempre con un po’ di ansia (che mi viene ogni volta in cui mi devo cimentare in qualcosa di nuovo – e chi mi conosce lo sa!!!), ma anche con tanta grinta e voglia di fare.

Ho cercato di investire il mio know how e la mia esperienza in ogni imprevisto o spiacevole situazione che mi si sono presentati. E posso dire, a conti fatti e a testa alta, che me la sono cavata dignitosamente.

Poi però arriva il momento in cui ci si ferma a riflettere e quando l’ho fatto, ho realizzato che forse non era esattamente quello che volevo. O meglio, avevo dato così tanto da sentire la necessità di prendermi del tempo per me e per riflettere. E ho cercato di focalizzarmi su ciò che per me è veramente importante, spostando la mia attenzione da quello che volevo ottenere a come mi volevo sentire.

Sono partita da questo: ho riscoperto i miei piccoli momenti di felicità e ho riorganizzato più me stessa di tutto il resto.

Ed ancora da qui sto ripartendo. Essere me stessa, fortemente e coraggiosamente.

Ecco il mio augurio per questo 2015. Concentrarmi sempre sul “dovere” (che per noi mamme è un MUST), ma non anteporre sempre il dovere al piacere.

Se ho voglia di prendermi quella mezz’ora per leggere un libro, lo faccio. Se ho voglia di fare una passeggiata in solitaria, me la concedo all’uscita dall’ufficio. Se ho voglia di giocare con i miei figli e ritardare la preparazione della cena, lo faccio.

Credo che essere se stessi voglia dire ascoltarsi, e darsi fiducia. Ogni attimo che viviamo ci insegna qualcosa, accresce le nostre vite, ci rende migliori. Alla scoperta e conquista della propria identità. Che mi pare un traguardo bellissimo.

Poco prima che finisse, il 2014 mi ha portato una grande novità: un nuovo lavoro. Che mi metterà alla prova, che mi darà la possibilità di imparare cose nuove, conoscere nuovi colleghi e clienti, ma soprattutto mi darà la possibilità di essere me stessa (e lo spero vivamente!).

Per cui, mettiamoci sotto e diamo inizio a questo sfavillante anno, con un augurio che lo sia per tutti!

NEW YEAR

fitnesszone, running

Tabella per iniziare a correre

Buon 2015!

Come ogni post festività, eccoci a fare un bilancio dei giorni passati e degli innumerevoli “oddio, quanto ho mangiato??”.

Ed infatti ho ricevuto diversi messaggi da amiche e lettrici su richieste di consigli per riprendere l’attività fisica e tornare in forma.

Poiché non sono una Trainer, mi baso sempre sulla mia esperienza personale e come sempre, mi sento di consigliarvi la corsa, come strumento per ritrovare voi stesse e la vostra forma fisica e mentale.

Iniziare a correre è iniziare una nuova esperienza di vita, per me è stato così. Si entra in a contatto con sensazioni nuove e bellissime. Ma bisogna farlo con attenzione, con un minimo di attrezzatura (ne ho scritto qui) e con un minimo di organizzazione.

Running

Pertanto mi sento di consigliare la tabella che segue: in 3 mesi si passa da pochi minuti di corsa ad un’ora di corsa, il primo traguardo.

Ricordate sempre due aspetti fondamentali:

  1. la costanza negli allenamenti ed una attenta distribuzione (consiglio sempre a giorni alternati – lunedì, mercoledì e venerdì – e mai giorni successivi);
  2. l’attenzione da porre alla velocità a cui si corre: ottimale sarebbe mantenere un ritmo a cui sia possibile riuscire a parlare, anche se leggermente a fatica.

PRIMA SETTIMANA 

– 7 volte (2′ corsa + 1′ camminando)

– 8 volte (2′ corsa + 1′ camminando)

– 3 volte (5′ corsa + 2′ camminando)

SECONDA SETTIMANA

– 6 volte (3′ corsa + 1′ camminando)
– 5 volte (4′ corsa + 1′ camminando)
– 3 volte (7′ corsa + 2′ camminando)

TERZA SETTIMANA
– 3 volte (7′ corsa + 2′ camminando)
– 2 volte (10′ corsa + 2′ camminando)
– 2 volte (12′ corsa + 2′ camminando)

QUARTA SETTIMANA
– 3 volte (8′ corsa + 2′ camminando)
– 2 volte (12′ corsa + 2′ camminando)
– 2 volte (15′ corsa + 3′ camminando)

QUINTA SETTIMANA
– 20′ corsa
– 2 volte (15′ corsa + 3′ camminando)
– 25′ corsa

SESTA SETTIMANA
– 25′ corsa
– 25′ corsa
– 30′ corsa

SETTIMA SETTIMANA
– 30′ corsa
– 30′ corsa
– 35′ corsa

OTTAVA SETTIMANA
– 30′ corsa
– 35′ corsa
– 40′ corsa

NONA SETTIMANA
– 35′ corsa
– 40′ corsa
– 45′ corsa

DECIMA SETTIMANA
– 40′ corsa
– 45′ corsa
– 50′ corsa

UNDICESIMA SETTIMANA
– 45′ corsa
– 50′ corsa
– 55′ corsa

DODICESIMA SETTIMANA
– 45′ corsa
– 55′ corsa
– 1h corsa!!!

 [fonte: correndo.it]

Running

Provate e fatemi sapere come vi siete trovate. Mi raccomando!

E ora, #gogogo