running, solidarietà

*Per correre con il cuore*

Questo post è dedicato a delle persone speciali, che ho avuto la fortuna di incontrare lungo il mio cammino da runner, e che ho finalmente conosciuto in occasione della Milano City Relay Marathon, tenutasi lo scorso 7 aprile.

 
Lei si chiama Annalisa. Foundraiser e bismamma di “Principe del Piemonte” e di “Superbimbo”. E’ proprio per Superbimbo che nasce #civuolefegato: ha solo 6 mesi quando subisce un trapianto di fegato.
Superbimbo ora ha 4 anni, sta bene ed è una meraviglia, come la sua mamma. 
Ma Annalisa, che ha provato sulla pelle l’angoscia e la paura peggiore che un genitore possa provare, non si ferma e decide di lottare per tutti i bambini che devono affrontare questa terribile prova, a fianco delle loro famiglie.
 
Lui è Alessandro. Papà, manager e runner che un anno e mezzo fa decide di trasformare i suoi #centomilapassi e le sue maratone in reti idriche. Lui vuole portare acqua pulita ai bambini di un lontano villaggio in una remota regione dell’Africa centrale, il Casamance. 
Perché, come cita lui stesso, “l’Acqua è Vita”.
 
L’anno scorso Annalisa ed Alessandro si uniscono per dare vita ad un progetto bellissimo, che si chiama #forkidsforlife.
 
Li ho conosciuti, per caso e per fortuna, su Twitter.
Li ho letti, seguiti ed ammirati. 
Da sempre, sogno di correre una maratona, ma ci vuole tanto allenamento e tanta costanza per farlo. Ma perché non correrla attraverso una staffetta? E così, con Matteo, Eleonora e Simona formiamo la terza di quatto staffette che correranno con questa bellissima maglietta:
 
Il sabato sera precedente alla Maratona ci troviamo a Milano per una “pizzata per farci conoscere”.
Ero così emozionata che, oltre ad aver sbagliato pizzeria con conseguente ritardo, ho capito solo il giorno dopo chi avevo conosciuto, associando i volti ai vari account di Twitter.
Eravamo tantissimi, tutti uniti per questa buona causa: Paolo, Debora, Antonio, Franco, Gabriele… 
 
Finalmente è domenica. L’MCM Day è arrivato! Ogni staffettista si reca alla propria griglia di partenza. Quando arrivo alla mia, vado subito a cercare Alessandro, che farà l’ultima frazione con me. E si parte, insieme anche a Silvia e Paolo.
 
E mentre corro, penso che ancora non mi sembra vero. Penso che sono felice, perché sto facendo una cosa grande per me e una piccola per dei bambini speciali. Penso che sono fortunata, tremendamente fortunata ad avere due bellissimi bimbi sani. Penso che la vita è magica, perché accanto al dolore può far convivere la speranza e la voglia di lottare.
 
 
Sono certa che questa foto descriva perfettamente la nostra gioia dopo aver tagliato il traguardo:
 
 
Mi rivolgo a tutti i runner: c’è bisogno di Ambasciatori.Pensateci. Non troppo però, e intanto leggete come fare per diventarlo.
 
Io colgo l’occasione per ringraziare tutti coloro che hanno partecipato a questo evento. 
Grazie perché se si corre con il cuore, si vince sempre!

bomboniere, solidarietà

*Abiti per un Sogno*

Oggi vorrei presentarvi la Fondazione Fratelli Dimenticati, una onlus che dal 1987 s’impegna ad essere da tramite tra la generosità e le necessità di tante persone che vivono in condizioni di estrema povertà. Questa associazione, che ha sede a Cittadella (in provincia di Padova), presta il suo aiuto alle popolazioni più bisognose, operando in Guatemala, Haiti, India, Nepal, Nicaragua e Nord Messico.
 
L’iniziativa che desidero presentarvi si chiama “Abiti per un Sogno”, nata con lo scopo di aiutare 200 bambine indiane orfane del centro di Kunduri (distretto di uno degli stati più poveri dell’India, il Chattisgarh) per l’acquisto di libri ed uniformi, per il pagamento delle tasse scolastiche e la permanenza negli ostelli gestiti dalla Onlus. 

 


Vorrei segnalarvi l’importanza di questo progetto: in questa regione dell’India le ragazze sono considerate inferiori e sono costrette a sposarsi troppo giovani, diventando schiave della famiglia del marito. 
Questi “matrimoni infantili”, che sono vietati dalla legge indiana, sono ancora purtroppo molto diffusi nei villaggi più remoti. L’India è agli ultimi posti, superata solo da Mali, Bangladesh, Nepal e Burkina Faso, per la percentuale di ragazze che si sposano prima dei diciotto anni. Il 47% delle giovani che oggi hanno tra i 20 e i 24 anni si è infatti sposato ancora minorenne.

Secondo le Nazioni Unite, ci sono 60 milioni di «spose bambine » nel mondo. Il giorno delle nozze arriva in genere tra i 12 e i 14 anni, a volte anche prima. Il marito è spesso un uomo più anziano, mai incontrato prima.
Le spose bambine si vedono negare la possibilità di studiare e di lavorare: continuano così ad alimentare il ciclo di povertà da cui provengono. Non possono lasciare il marito perché non hanno i soldi per restituire la dote, e il divorzio è spesso considerato inaccettabile.
 
La Fondazione Fratelli Dimenticati ha pensato di aiutarle proponendo la vendita di abiti da sposa mai indossati, con un’offerta di 200 euro. Gli abiti sono di vari modelli e misure, e possono essere provati direttamente nella sede della Fondazione. 
Acquistando un abito da sposa, potrete sostenere le bambine di Kunduri, permettendo loro di studiare e realizzare un futuro migliore.
 
Ecco alcuni modelli:
 
{credits by Fratelli Dimenticati}
{credits by Fratelli Dimenticati}
 
Qui potete vedere gli altri modelli ed avere tutte le info per contattare la Onlus.
 
Inoltre, vi segnalo che ci sono tanti altri modi per sostenere questa Associazione.
Ad esempio, attraverso le bomboniere solidali, come i sacchetti di riso e le candele, accompagnati dalle pergamene: 
 
Oppure attraverso l’acquisto di magliette, libri, piccoli lavoretti di artigianato, acquisti alimentari equo solidali.
Oppure ancora, visto che siamo alle prese con la dichiarazione dei redditi, vi segnalo che potete donare il vostro 5xmille alla Fondazione, inserendo sotto la vostra firma il codice fiscale 90003360287. 
Permetterete l’acquisto di medicinali, la possibilità di pagare medici ed infermieri ed il mantenimento di 
strutture ospedaliere in Kurkuria, Gokhla, Dakaita e Thankey.
 
“I pazienti arrivano la mattina presto, a piedi, dai villaggi.
Aspettano, talvolta, delle ore per l’apertura degli ambulatori dell’unico ospedale nelle vicinanze.
Scalzi, con una coperta sulle spalle, i figli in braccio…”
 
Per non dimenticarvi, scaricate il promemoria!
Conto sul vostro sostegno. Sono i piccoli gesti che fanno bene al cuore e alle tante persone bisognose di aiuto.

bouquet, fiori, primavera, Wedding

*Semplici bouquet di primavera*

Finalmente è arrivata la primavera! Io la adoro non solo per il clima (che vorrei tale per tutto l’anno!!!), ma e soprattutto per i fiori che sbocciano in questa stagione.
Ieri sono passata dalla mia fiorista “di fiducia” per chiederle le tendenze del momento in fatto di bouquet da sposa. La richiesta delle future spose è principalmente orientata verso bouquet di rose, ma sono molto apprezzate anche le peonie, i tulipani, le ortensie, fiori adatti ai bouquet di ultima tendenza di forma rotonda, per un genere decisamente romantico.
 
 
Vi lascio qualche indicazione sulla scelta dei fiori.
 
Calle e iris sono indicati per una cerimonia super elegante:
 
Peonie, lisianthus e ortensie si adattano ad un matrimonio country-chic 
 

 

 
Se invece volete optare per qualcosa di sfizioso, potrete scegliere anche un profumatissimo mini-bouquet di candidi mughetti o rose polianta

 

Perfetto invece per una festa d’estate, magari in campagna, una composizione di fiori di camomilla e mini gerbere 

Ad ogni modo, i più richiesti restano sempre i tulipani
 


Non dimenticate che il bouquet deve essere sempre in sintonia con l’abito che indossa la sposa, rispecchiando la sua personalità.

Il bouquet aperto, voluminoso è ideale per un modello lungo e scivolato, per una sposa snella e abbastanza alta. 
Il bouquet a fascio, per esempio mazzo di rose a gambo lungo o di calle, è indicato per un tailleur, va appoggiato al braccio e portato con disinvoltura. 
Il bouquet tondeggiante, compatto, composto solitamente da fiori piccoli, si abbina ad un abito corto e sbarazzino. 
Il bouquet a cascata, solitamente realizzato con fiori a grappolo, è perfetto per un abito con strascico per una sposa elegante e sicura di sé.
Buona Primavera!


!function(d,s,id){var js,fjs=d.getElementsByTagName(s)[0];if(!d.getElementById(id)){js=d.createElement(s);js.id=id;js.src=”//platform.twitter.com/widgets.js”;fjs.parentNode.insertBefore(js,fjs);}}(document,”script”,”twitter-wjs”);

running

*Oggi solo silenzio*

Aggiornamento del 19 aprile:

Domenica a Milano ‘Run for Boston’, una corsa contro ogni terrorismo

Domenica 21 aprile Milano corre per ricordare le vittime di Boston e contro ogni terrorismo. 
Per testimoniare, con una corsa attraverso le vie del centro, la propria solidarietà con il popolo statunitense e con i maratoneti e gli sportivi di tutto il mondo.
L’appuntamento è, significativamente, in Piazza Beccaria, a fianco di un luogo simbolo per Milano come Piazza Fontana, alle ore 15. La corsa (ma si potrà anche semplicemente camminare) si snoderà per le vie Manzoni e Turati, toccherà il Consolato degli Stati Uniti d’America e si concluderà ai giardini pubblici ‘Indro Montanelli’.

{Comune di Milano}


Fermiamoci a riflettere.
Boston Marathon (lunedì 15 aprile 2013)

{credits by Corriere della Sera}

running

*Siete pronte ad accendere la notte, Runners?*

 {credits by Nike}


SAVE THE DATE: 31 maggio, ore 20.00
DOVE: Milano, Largo Cairoli (e non solo…)
COSA: corsa serale, 10 km (non competitiva) di luci, suoni e sorprese


Io mi sono già iscritta, ora tocca a voi RunnersGirls! 

Nike ha organizzato questo evento speciale, da vivere insieme per una serata di sport, amicizia e pura magia!

Il percorso si svolgerà per metà nel centro della Milano City e per metà nel Parco, in particolare l’ultimo tratto sarà veramente super WOW (come dice la mia amica Anne) ma non posso svelarvi altro, altrimenti l’Anne mi “gambizza”!

Al termine della corsa ci sarà un mega musica dal vivo con DJset featuring … (ehehehhe!), e ci sarà sicuramente la possibilità di bere una “birretta” tutte insieme.


{credits by Nike}

Quello che vorrei sottolineare è che TUTTE possono partecipare. Iscrivendosi all’evento QUI avrete la possibilità di scegliere il vostro obiettivo, in base al vostro livello di corsa (principiante, intermedio ed avanzato). Inoltre Nike+ vi proporrà un programma di allenamento di 6 settimane per arrivare pronte ad affrontare i 10 km in maniera super soft, integrandolo anche con altri tipi di allenamenti (come Yoga, NTC, ecc).

Inoltre, ci saranno una serie di appuntamenti per allenarsi insieme ed entrare a far parte dei Running Club che sono attivi su Milano:
– i Red Snakes: si allenano tutti i giovedì partendo da Nike Stadium – Foro Bonaparte 50°
We Run Milano, si allenano tutti i martedì partendo dal Nike Store di Milano Centrale, piano -1 metropolitana.In entrambi i casi troverete dei coach professionisti che accompagnano i Runner, divisi per gruppi a seconda del livello di capacità. 

Spero di aver acceso la vostra voglia di provarci.
Tenete d’occhio anche la pagina evento di Facebook, che terrà viva l’ispirazione ad allenarsi e soprattutto la motivazione…

E non aspettatevi la solita medaglia quando taglierete il traguardo!!!

Ok, non posso svelarvi altro.

Stay tuned, keep calm and start running!